Rex Bianco

Up Next Rex White overcame childhood polio to NASCAR champion. See more pictures of NASCAR. Rex White ha superato la polio infantile a campione NASCAR. Vedi altre immagini di NASCAR.

Diminutivo Rex White, l’uomo più piccolo (5 piedi, 4 pollici di altezza e 135 libbre) ad aver mai indossato la corona del campionato NASCAR, assomigliava più al comico George Gobel che a un pilota di auto da corsa.

Non aveva l’aspetto di un uomo che potesse lottare con un’automobile veloce sui binari della NASCAR, né avrebbe dovuto esserlo. Da bambino, White era affetto da poliomielite, ma il piccoletto con il cuore grande non si lasciava rallentare dall’unica malattia paralizzante.

Pubblicità

All’età di 25 anni, è andato a correre per la prima volta nella divisione Sportsman a West Lanham Speedway nel Maryland. Nella sua prima uscita fu messo da parte per problemi al motore, ma da quel momento in poi fu una forza da non sottovalutare. Nel suo anno da esordiente ha poi vinto il campionato Sportsman all’ovale a 1,5 miglia di altezza.

Apparentemente un talento naturale nei percorsi brevi, White ha svolto un apprendistato di due anni sui piccoli ovali vicino a casa sua a Silver Spring, Md. Nel 1956, arrivò a sud, stabilì la sua base a Spartanburg, S.C., e iniziò la sua personale ricerca per vincere il titolo di Grande Nazionale NASCAR.

Rex Allen White ha iniziato 24 gare nel ’56 e si è piazzato nella top 10 in 14 occasioni – statistiche molto impressionanti per un esordiente nelle grandi competizioni di stock car. Si è anche classificato secondo nella classifica finale della NASCAR Short Track, un figlio dei NASCAR Grand Nationals.

Articolo molto interessante
Le tracce delle auto di serie sono tutte uguali?

Nel 1959, il Bianco mancò il campionato Short Track per soli due punti al californiano Marvin Porter. Fu la battaglia di campionato più vicina nella storia della NASCAR.

Nell’inverno del 1959, White, che gestiva la propria attività, assunse Louis Clements come capo meccanico e capo equipaggio. “E’ il migliore nel settore”, disse White all’epoca. “Sentivo di aver bisogno di un uomo come lui per vincere il campionato”.

White ha offerto a Clements un accordo insolito per mantenere i suoi motori ronzanti sul lungo raggio della stagione. Dopo le spese, White ha diviso tutti i profitti 50/50 con Clements. White possedeva l’auto e la guidava, ma pagò a Clements un importo pari al suo stesso stipendio per farla funzionare con i leader e in condizioni ottimali.

Nel 1960, la White ha vinto sei gare NASCAR Grand National e si è aggiudicata il campionato. I suoi guadagni, dopo che il fondo punti era stato pagato, arrivarono ad un record di 57.524,85 dollari.

Le stagioni 1961 e 1962 sono state anni di bandiere per il Bianco, che ha vinto 15 volte e si è piazzato rispettivamente al secondo e quinto posto in classifica a punti. Nel finale di stagione del ’62 all’Atlanta International Raceway, White vinse l’unica gara di super-velocità della sua carriera.

Alla guida di una Chevrolet a bassa potenza nei giorni in cui Pontiac e Ford regnavano sovrani, White ha tenuto la sua carrozza a caccia per tutto il pomeriggio. A soli tre giri dalla fine, è passato in testa per la prima volta. E’ riuscito a tenere a bada Joe Weatherly per aggiudicarsi il premio del vincitore di 10.315 dollari.

Articolo molto interessante
David Reutimann

La grande vittoria solitaria del Bianco è stata anche la vittoria finale della sua carriera. Corse solo part-time nel 1963, finì nella top 10 in 14 su 25 partenze. Il bianco ha fatto abbastanza bene da finire nono nella classifica finale NASCAR Grand National points.

Nel 1964, mentre guidava una Mercury dei negozi Bud Moore, White si ritirò improvvisamente dalle corse NASCAR. Il motivo del suo ritiro rimane un mistero. Si ipotizza che fosse preoccupato per la velocità crescente e l’elemento di pericolo crescente.

Ciononostante, è uscito al massimo della forma. Nelle sue ultime due partenze, è arrivato terzo nel Mondiale 600 di Charlotte e quinto nella Dixie 400 di Atlanta. Nel suo ultimo sforzo, è stato il più veloce qualificatore a 146.024 miglia orarie.

Il bianco ha vinto 28 gare NASCAR Grand National nella sua carriera di 233 esordi e si è ritirato nel fiore degli anni all’età di 35 anni.

Per ulteriori informazioni su tutto ciò che riguarda la NASCAR, vedere:

  • Home Page di NASCAR
  • Ricapitolazioni stagionali NASCAR
  • Tracce NASCAR
  • Risultati NASCAR
  • Driver NASCAR
  • Come funzionano le auto da corsa NASCAR
  • Come funziona la Daytona 500

Statistiche NASCAR di Rex White

Lascia un commento