Richard Petty

Up Next L’ineguagliabile successo di Richard Petty e la sua personalità vincente hanno portato la NASCAR sotto i riflettori nazionali. Vedi altre immagini della NASCAR.

Nella seconda settimana di giugno 1967, Richard Petty aveva vinto 10 delle 24 gare NASCAR Grand National. La stagione era finita per metà e Petty era su tutte le furie, eppure stava tallonando il pilota del secondo anno James Hylton, senza vittoria, nella classifica a punti. Questa è la procedura per determinare un campione NASCAR – l’eccellenza non sempre viene adeguatamente premiata.

Con una vittoria nella gara del 18 giugno a Rockingham, Petty ha ottenuto l’undicesima vittoria della stagione, ma, cosa ancora più importante, ha finalmente conquistato il vantaggio a punti della NASCAR Grand National. Il “Principe di Randleman” (N.C.) non si sarebbe più fatto minacciare nell’inseguimento del titolo, registrando facilmente un trionfo travolgente e conquistando il suo secondo dei sette campionati NASCAR.

Pubblicità

Petty ha alzato il riscaldamento ancora di più nella seconda metà della stagione 1967. Nelle ultime 24 gare, il pilota di Plymouth Petty ha vinto 17 volte, regalandogli 27 vittorie in 48 partenze – una media di battuta di 0,563. Ha vinto il campionato con 6028 punti su Hylton, che ha parlayed coerenza per finire secondo.

Nella corsa di successo senza precedenti, Petty ha vinto 10 gare consecutive, un risultato sbalorditivo che probabilmente rimarrà per sempre nei libri dei record della NASCAR. La stringa imbattuta è durata da agosto a ottobre.

Articolo molto interessante
Cos'è l'ipermiling?

Petty ha portato se stesso e la NASCAR stock car racing dalle piccole storie in due paragrafi sul retro della sezione sportiva ai titoli in prima pagina. Il suo nome, il suo sorriso, i suoi modi di fare e i suoi precedenti di guida hanno fatto sì che ogni lettore di pagine sportive sotto la linea Mason-Dixon prendesse nota della marca meridionale degli sport motoristici. Tutti parlavano e scrivevano di Richard Petty. Infatti, un quotidiano del Carolina riportava che Petty era arrivato secondo in una gara di 100 miglia della NASCAR Grand National a Maryville, Tenn. senza notare che Dick Hutcherson aveva vinto l’evento

.

I risultati di Petty si sono guadagnati un articolo sulla rivista Newsweek, la prima volta che il settimanale nazionale ha dedicato un articolo a un pilota di stock car. È apparso anche su Sports Illustrated, Life magazine e True Magazine for Men. Gli adesivi per paraurti e i bottoni del bavero “Richard Petty For President” iniziarono a comparire durante la stagione 1967.

Mentre la stella di Petty brillava più brillante, alcuni membri dei media hanno iniziato a scattare foto al nuovo “re” delle corse automobilistiche. Hanno detto che non meritava l’attenzione dei media. Un giornalista si spinse al punto di dire che Petty era uno snob che non si curava dei suoi fan e sostenitori. Scatti a buon mercato per essere sicuri.

Articolo molto interessante
1963 NASCAR Grand National Results

Le osservazioni oltraggiose non sono andate d’accordo con Bill France. Il presidente della NASCAR ha lanciato un appello pubblico per porre fine a questo genere di sciocchezze.

“Non conosco nessun altro pilota nella storia della NASCAR che abbia portato più riconoscimento a questo sport”, ha detto la Francia nell’ottobre 1967. “Non posso essere d’accordo con chi pensa che Richard abbia guadagnato più della sua parte”. Nel portare i riflettori sul team Petty, sta anche portando un ulteriore riconoscimento alla NASCAR. Hanno lavorato molti anni per raggiungere il successo. Sono orgoglioso che abbia stabilito il suo record come membro della NASCAR”.

Ci sono voluti solo 10 anni a Re Riccardo per diventare il pilota numero uno nella storia della NASCAR. La sua carriera iniziò il 12 luglio 1958, 10 giorni dopo il suo 21° compleanno. Era una gara di NASCAR Convertible alla Columbia, S.C., ed è arrivato sesto su una Oldsmobile. “Mi sentivo pronto a correre prima di allora”, ha osservato Petty. “Ma papà [Lee Petty] mi disse che avrei dovuto aspettare fino a 21 anni”. Petty ha fatto solo nove partenze NASCAR Grand National nel ’58, poi è diventato Rookie of the Year nel ’59.

La prima gara NASCAR Grand National di Petty, stranamente, si è svolta al di fuori degli Stati Uniti continentali. Sei giorni dopo il suo battesimo in Colombia, “Dick” Petty, come veniva chiamato allora, guidò la Oldsmobile #142 al circuito della Canadian National Exposition di Toronto. Il giovane dalle guance sfocate riuscì a fare 55 giri prima di “colpire la recinzione”. Ha vinto un totale di 115 dollari per i suoi sforzi.

Articolo molto interessante
Formula Uno: il bisogno di velocità

“Non è stata una gran gara”, ha ricordato Petty. “Mi sono messo in mezzo a papà mentre mi stava lambendo, così mi ha dato un pugno sulla recinzione. Ha continuato a vincere, quindi credo che sia stata una bella giornata per le Pettys”.

Da quell’infausto inizio, Petty divenne il re delle corse NASCAR, vincendo il campionato nel 1964, ’67, ’71, ’72, ’74, ’75 e ’79. Nel corso della sua illustre carriera, Petty ha vinto 200 dei suoi 1184 inizi di carriera, ha ottenuto 712 piazzamenti nella top-10, ha guidato in 599 eventi e ha percorso 303.662 miglia in gara.

Per ulteriori informazioni su tutto ciò che riguarda la NASCAR, vedere:

  • Home Page di NASCAR
  • Ricapitolazioni stagionali NASCAR
  • Tracce NASCAR
  • Risultati NASCAR
  • Driver NASCAR
  • Come funzionano le auto da corsa NASCAR
  • Come funziona la Daytona 500

Le statistiche NASCAR di Richard Petty

Carriera nelle corse: 1958-1992

Inizio : 1184

Vince : 200

Top 5 : 555

Top 10s : 712

Poli : 126

Vincite di carriera : $8.541.218

Lascia un commento