Rick Bennett’s 1970 AMX – ’70 All-American

Vedi tutte le 1 fotoTodd RydenwriterMar 1, 1999

Quando Rick Bennett si avvicinava ai 17 anni, andò a vedere due auto in vendita con suo padre: Una era una Charger del ’70 abbastanza completa, con una robusta 440, aria, freni a disco e una buona vernice. L’altra sfoggiava una vernice mal sbiadita, una 360 consumata con un brutto segno di spunta, e un interno a brandelli con un paio di secchi indossato in una specie di rawhide con un tappeto verde bicolore. Non solo, ma l’AMC era qualche centinaio di dollari in più del Mopar.

Per qualche motivo hanno deciso per l’AMX stracciato e Rick non si è mai guardato indietro. Cosa può aver causato una scelta così strana? Per rispondere a questa domanda, facciamo un flashback dell’infanzia impressionabile di Rick.

Quando i genitori di Rick hanno preparato l’auto di famiglia per i viaggi estivi su strada, non si trattava di una station wagon Brady o di un furgone personalizzato (come lo era lo stile attuale). I Bennett caricarono i loro tre figli, insieme a una settimana di bagagli e cibo da strada, nella loro Hudson del ’51. Rick trascorse innumerevoli ore a sporgersi in avanti per vedere oltre il cruscotto cromato dell’Hudson e oltre l’enorme cofano in molti lunghi viaggi da El Paso, Texas. Qui si parla di viaggi seri. I Bennett hanno viaggiato sulle rive dell’Atlantico nella Carolina del Sud, nella California del Nord per raggiungere il Pacifico, Pikes Peak, e la maggior parte dei parchi statali nel mezzo, con una 308 a sei cilindri in linea retta che si è spinta via attraverso un trans a tre velocità. Quei primi viaggi in un’auto così diversa dalla norma hanno determinato l’apprezzamento di Rick per le auto un po’ fuori dal comune. Possiamo anche sostenere questa teoria, visto che suo fratello ha una AMX del ’69!

Nei 20 anni in cui Rick ha posseduto la sua X è passato attraverso una varietà di aggiornamenti, motori e opzioni. È stato un pilota quotidiano per tutto il liceo e molti anni dopo con un sacco di notti di crociera e di tempo di dragstrip, ma non ha mai avuto un aspetto o una performance migliore di quella attuale.

L’originale 360 (nascosto in soffitta) è scomparso da tempo. Al giorno d’oggi, un 401 sano fornisce un sacco di potenza AMC. Anche se il 401 non è mai entrato in una produzione AMX del ’70, sembra proprio a casa sua tra i parafanghi di questo Javelin accorciato. Una rara presa d’aria cross-ram offerta dalla fabbrica è la corona del motore che gli conferisce un aspetto, un suono e una sensazione di prestazioni serie. Un set di AFB Carter misura la miscela di carburante che scivola nelle testate di casa prima di essere compressa da pistoni TRW 10,5:1 e inviata attraverso i collettori di scarico di serie.

L’originale a quattro velocità ha speso molto tempo per trasferire la coppia, così Rick ha recentemente scelto di provare un automatico. Ha assemblato un robusto TH400 con un convertitore switch-pitch per dargli una guidabilità fluida insieme a un’abbondante foratura. I radiali di trascinamento BFG si agganciano attraverso un AMC Twin Grip rearend con ingranaggi 3.54:1.

Per rendere la X ancora più unica, Rick ha aggiunto opzioni di fabbrica come la colonna inclinabile, i freni a disco di potenza e lo stereo AM/FM. Il 15enne Golden Lime Green Metallic è l’unica cosa della vettura che Rick non ha saputo gestire da solo.

L’AMX può esistere all’ombra di altre auto della sua epoca, ma per coloro che conoscono e apprezzano le peculiari offerte della American Motors Company, nessun altro lo farà. Rick si diverte molto con il suo prodotto AMC ed è ora in procinto di restaurare una Rebel Machine del ’70! Quest’auto si presenta alle crociere locali e occasionalmente alla dragstrip, e anche con il suo colore chiaro, l’AMX si distingue tra le altre auto insolite. Soprattutto quando parcheggia accanto alla Hudson del ’51 di suo padre.

Veloce DATARICK Bennett’70 AMXENGINEType:401 AMC V-8Induzione:AMC/Edelbrock presa a croce, due Carter AFBsHeads:Stock, home-portedCam:Comp Cam rollerPistons:TRW, 10. 5:1Crank:Stock steelInnesco:MSD Digital 6 PlusExhaust:Collettori di fabbrica, marmitte FlowmasterDRIVETRAINTrasmissione:GM TH400, convertitore di coppia Switch-pitchRearend:AMC Twin Grip, 3.54:1 gearsFront:Disco di fabbrica Magnum 500, 14×7 BFGoodrich Radial T/A pneumatici posteriori:OEM tamburi Magnum 500, 15×7 BFGoodrich Radial T/A pneumatici Show All

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento