Settimana della velocità di Bonneville – V=D/T

La velocità è la distanza nel tempo. La settimana della velocità di Bonneville è la velocità nel tempo.

Vedi tutte le 16 fotoDavid FreiburgerwriterDec 1, 2009

Bonneville è in piena espansione. Dal 2005, le iscrizioni alle gare sono aumentate del 26%, con 504 auto e moto che hanno colpito le Salt Flats per la 61a edizione della Settimana della velocità nel 2009. L’anno scorso, per la prima volta in assoluto, gli assidui volontari della Southern California Timing Association e dei Bonneville Nationals hanno allestito tre piste complete sulla Salt, che hanno portato a 2.488 corse cronometrate. Per il 2009, le 3.108 corse cronometrate sono un record assoluto. Gli ufficiali di gara hanno commentato il numero impressionante di esordienti.

Ma non è solo il conteggio dei partecipanti a gonfiarsi, ma anche il traffico di spettatori. Qualsiasi longtimer alla Settimana della velocità di quest’anno può dire che, solo a occhio nudo, ci sono stati più spettatori che mai, con la linea di camper e hot rod che si estendeva per 3 miglia dai box alla linea di partenza. Per la prima volta in assoluto, c’è stato un ingorgo al largo del Salt il primo sabato dell’evento, e la jam serale di retrorod al Nugget Casino (ne Stateline) nella vicina Wendover, Nevada, è stata ben oltre il punto di scontrarsi con le guardie di sicurezza.

Con tutti questi novellini alla Mecca del rodding caldo, abbiamo sentito e sentito più domande che mai su come funziona la corsa di velocità su terra alle Salt Flats di Bonneville. Ecco alcune risposte.

Qual è la differenza tra le tre tracce?

Nella storia recente, ci sono stati due percorsi alla Settimana della velocità, il percorso lungo e il percorso corto. Nel 2008 è stato introdotto un Percorso Speciale, e le ottime condizioni di salinità hanno permesso che anche quest’anno si corresse la terza pista. Il percorso speciale non è altro che un secondo percorso breve.

Il percorso lungo è un totale di 8 miglia; il quinto è l’ultimo miglio cronometrato e il resto è per il rundown. Il percorso corto e il percorso speciale sono di 5 miglia ciascuno, e solo la seconda e la terza miglia sono cronometrate.

Il Percorso Lungo è per i veicoli più veloci; per qualificarsi a correre lì, una macchina deve prima correre a 175 mph in 2 1/4 miglia su uno dei percorsi più brevi. Qualsiasi auto è autorizzata a correre sui percorsi brevi, e i record possono essere stabiliti su uno qualsiasi dei tre tracciati.

Articolo molto interessante
On the Road con l'Anti Tour 2015 di Car Craft's Car Craft

Come sono i tempi di esecuzione?

Sul percorso lungo, a un corridore vengono assegnati cinque diversi numeri di miglia orarie. Il primo si riferisce al quarto di miglio e si basa su una media di mph su una trappola cronometrica di 1.320 piedi che parte dal marker di 2 miglia. Successivamente, un cronometro fornisce i numeri medi di mph su tre miglia volanti: il 2 al 3, il 3 al 4 e il 4 al 5. I timeslip ufficiali si riferiscono a questi come Miglio 3, Miglio 4 e Miglio 5, anche se le note scritte a mano che potreste ricevere dai volontari dopo la vostra corsa potrebbero dire Miglio 1, 2 e 3. Gli annunciatori e i corridori si riferiranno spesso al 3-4 come al miglio intermedio. Il numero finale del cronometraggio è chiamato velocità di uscita, o velocità terminale, e viene misurato su una trappola di 132 piedi alla fine del quinto miglio.

Sui corsi brevi e speciali sono previste anche le 2 velocità di 1/4 e di uscita, ma ci sono solo due miglia volanti.

Come si imposta un record?

Tutti i record di Bonneville si basano sui tempi in miglia volanti; il tempo di 2 1/4 e la velocità di uscita non sono ufficialmente validi.

Per ottenere un record, un pilota deve superare il record attuale di almeno 0,001 mph. Se ciò avviene, l’auto va al deposito bagagli, dove viene trattenuta durante la notte e dove i funzionari certificano il rispetto delle regole di classe. La mattina seguente, tutte le auto che si sono qualificate per un record vengono fatte sfilare sulla linea di partenza per le corse di ritorno del record. La corsa di ritorno viene calcolata come media con la corsa di qualificazione, e se il risultato è almeno 0,001 mph più veloce del vecchio record, allora è stato stabilito un nuovo record, a condizione che la vettura superi un altro controllo tecnico immediatamente dopo la corsa di ritorno; è allora che la cilindrata del motore viene verificata.

Un record può essere stabilito su qualsiasi miglio volato; in altre parole, una macchina non è tenuta a percorrere l’intera lunghezza della pista se è in grado di qualificarsi per un record nel primo o nel secondo miglio cronometrato del percorso lungo. Tuttavia, sarà considerato solo il miglio più veloce su un cronometro; se un pilota corre la sua velocità massima al quinto miglio, non può scegliere di utilizzare il tempo più lento di 4 o 3 miglia per il suo record.

Articolo molto interessante
Ford COE anni '50 - Snowjob COE

Tutti i tempi di corsa record di ritorno devono essere effettuati sullo stesso immobile della corsa di qualificazione. Ciò significa che se il tempo di qualificazione è stato fissato al quarto miglio, allora anche il tempo di ritorno per la creazione dei record è al quarto miglio. In questo caso, anche se l’auto corre al quinto miglio in una corsa di ritorno, il tempo di 5 miglia viene ignorato. Inoltre, qualsiasi numero di mph di una corsa di andata e ritorno non può essere utilizzato per ottenere un altro record.

Come funzionano le classi?

La maggior parte delle classi di gara a Bonneville sono suddivise secondo cinque criteri: categoria della carrozzeria, modifiche aerodinamiche alla carrozzeria, dimensioni del motore, sovralimentato o meno, carburante o gas.

Le categorie sono Costruzioni Speciali (Streamliner a ruote chiuse e Lakesters a ruote aperte, nessuna delle quali può essere basata su un’auto di produzione), Vintage (Roadster dal ’23 al ’38, coupé del ’48 e precedenti con motori d’epoca, auto a cingoli ovali del ’48 e precedenti), Classiche (’28 a ’81 auto americane senza EFI), Modificato (con classi per quasi tutti gli anni e marca di auto, comprese le auto sportive e pickup), Produzione (comprese le auto di serie ’28 a corrente, le auto sportive e i camion), e Diesel Truck.

All’interno delle categorie Vintage, Classic e Modified, ci sono più classi divise per aero modifiche. In Vintage, una Street Roadster è la più vicina al magazzino (ha parafanghi posteriori e fari anteriori), una Roadster è senza parafanghi, e una Roadster modificata o una Roadster modificata con motore posteriore ha un passo allungato e modifiche aerodinamiche davanti al cofano. In Modified, il livello più basso di upgrade aerodinamici è Gas Coupé, che permette una diga d’aria anteriore. Poi c’è Altered, dove gli spoiler e le griglie coperte e i fari sono legali. Il passo successivo nella categoria Modified è la classe Competition Coupe, che permette di avere top tagliati e nasi e panche aerodinamiche allungate. Anche le classi Modified Sports e Modified Pick-up consentono un numero maggiore di aeromodelli rispetto alle rispettive versioni della classe Production degli stessi veicoli. Nella categoria Production, le auto devono essere aerodinamicamente di serie.

Successivamente, ogni classe all’interno di queste categorie consente un certo numero di variazioni del motore. Le cilindrate vanno da AA, che è di 500 ci e fino a K, che è di 30,99 ci e meno. Un motore con qualsiasi tipo di sovralimentatore o turbo rientra nelle classi Blown. La designazione Gas è per le auto che operano con le benzine certificate a marchio ERC fornite in occasione della manifestazione. Le classi di carburante sono aperte a qualsiasi carburante non certificato, compresi benzina, alcool, nitrometano o protossido di azoto.

Articolo molto interessante
Bellezze britanniche

Ogni voce deve riportare sul fianco una designazione di classe, e questo porta a una zuppa di alfabeto confuso per i primi arrivati. Generalmente, la cilindrata del motore viene prima di tutto, seguita da una barra, poi da un codice che descrive il tipo di induzione, il carburante e la classe del corpo. Per esempio, un AA/BGS è uno Streamliner a gas soffiato con un motore superiore a 500 ci. Un C/BFRMR è un Blown Fuel Rear-motore modificato Roadster con motore C, da 306 a 372,99 ci. Un D/CGC è un Classic Gas Coupe con un motore D da 261 a 305,99 ci. E un V4F/BVFCC è un Coupé da competizione a benzina soffiato d’epoca con un motore d’epoca a quattro cilindri a testa piatta. Capito?

E poi?

Quel primer di base su come funziona la Bonneville racing potrebbe aiutarti a mettere in panchina la corsa, ma devi leggere un libro di regole e arrivarci di persona per capirlo completamente. Solo allora sarete completamente immersi in una storia di corsa dal 1949 e in un mondo diverso da tutti gli altri. Si chiama Febbre del Sale. Prendila e tornerai.

Per ottenere un regolamento e rimanere in sintonia con le notizie e i risultati, visitare il sito web della SCTA/BNI, www.scta-bni.org.

Il Trofeo Top Time

Ogni anno che la Settimana della velocità è stata contestata dal 1949, la rivista HOT ROD ha rilasciato il Top Time Trophy, il premio per il singolo pass più veloce della gara, indipendentemente dal fatto che il pass sia un record o meno. Per molti, questo è il premio finale per la Settimana della velocità. Nel 2009, abbiamo visto la prima gara hard-core per il trofeo dopo molti anni, dato che tre auto presenti avevano il potenziale.

Vedi tutte le 16 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2009\12\hrdp-0912-01-bonneville-speed-week.jpg

Lascia un commento