Sfumature del passato¿ Oggi!

Il Parco Avventura Acquatico Splash Country di Dollywood è la casa per la Hot Rod Roundup No. 29 e molti altri a venire

Vedi tutte le 23 fotoBrian BrennanwriterFeb 1, 2012

Quest’anno sono successe molte cose all’Hot Rod Roundup No. 29 della Shades of the Past Street Rod Association a Pigeon Forge, Tennessee, che si tiene ora al parco avventura acquatico Splash Country di Dollywood. Ma, prima di entrare nel vivo di quest’anno, che ne dite di un piccolo approfondimento sul perché questo evento sta rapidamente diventando uno dei principali eventi di rodaggio del Paese?

In ogni club c’è sempre il “go-to” e negli Shades che sarebbe Dan Draper, il tesoriere del club e presidente del rod run. Draper ci dice che gli Shades di oggi sono nati dal tentativo di far risorgere il vecchio evento di Gatlinburg nel 1982. L’evento aveva fatto il suo corso con la città e non era più il benvenuto. (Ricordo che una volta io e Norm Grabowski entrammo in un letto pieghevole in una gara lungo una ripida strada laterale e finimmo in un ruscello, ora sapete perché non ci siamo più).

Una casa è stata trovata al Grand Hotel di Pigeon Forge dopo che il club ha promesso di coprire 250 camere¿ gutsy mossa per un gruppo di buon vecchio denim vecchio indossava jeans caldo del sud vesciche calde che aveva disegnato un umile 80 auto l’ultima volta intorno. C’è una vecchia espressione sul rischio contro la ricompensa: l’entità della ricompensa è direttamente proporzionale all’entità del rischio. Nel tipico stile del ragazzo dell’auto, lo Shades Car Club ha pensato che fosse fattibile e il Grand Run è nato al Grand Hotel.

Il club ha anche iniziato la sua tradizione di restituire ai roditori che li hanno sostenuti. Alla prima Grand Run del 1983, hanno dato 1.000 dollari a un fortunato partecipante il cui numero d’iscrizione era di 1.000. L’evento è stato un successo, ma i guai sono stati un vero fermento”. Nel 1986, il Grand Hotel li mandò via. La posta in gioco si alzò e lo spettacolo si spostò di cinque isolati a ovest del Circo dell’Acqua, che aveva un parcheggio in abbondanza, e il nuovo evento era già partito.

Fu al Circo dell’Acqua nel 1987 (Shades No. 5) che la data fu spostata al venerdì e al sabato dopo la Festa del Lavoro. Ma il club degli Shades dovette superare un’altra serie di avversità. Il Water Circus fu venduto e fu costruito un Quality Inn nel parcheggio che sarebbe stato la casa degli Shades 1987.

Apparentemente i vermiciattoli del sud non amano andare lontano; anche in questo caso, con le borse in mano, si sono spostati per diversi isolati lungo il viale verso l’isola di Porpoise. L’anno successivo è tornato al Quality Inn, la cui costruzione era ormai terminata. Con tutte le avversità l’evento continuò a crescere e si dimostrò un successo.

Articolo molto interessante
I motori della SEMA 2015

Dopo aver superato il sito del Quality Inn, il club ha affittato un vicino pascolo di 52 acri nel 1993 e gli Shades of the Past Hot Rod Roundup hanno avuto una casa per i successivi 17 anni. Naturalmente, il pascolo non è privo di una serie di circostanze uniche, come il fango sotto i piedi e i terreni polverosi, ma nel 2007 l’evento è cresciuto a 3.291 iscritti. È nel 2002 che la manifestazione ha accolto le auto fino al 1964 e poi, nel 2006, ha aperto la manifestazione al pre-’73 hot rod, poiché le dinamiche che costituiscono il nostro hobby (e l’economia) hanno cominciato ad avere un impatto sul numero di partecipanti.

Nel 2010 Shades è stato trasferito a Dollywood Splash Country (DSC). Lo spazio disponibile era più piccolo, ma è stato pavimentato ed ha eliminato le condizioni fangose e polverose. Il DSC ha offerto anche un ambiente familiare idilliaco, che fa ben sperare per gli hot roders e per la famiglia. Essere un parco a tema ben noto a livello locale, nazionale e internazionale aggiunge molto al valore complessivo dell’intrattenimento.

Ora, nel 2011, il totale dei partecipanti sta spingendo 3.000 auto e tutti gli indicatori mostrano che il taglio dell’anno ampliato e la nuova sede di DSC hanno avuto un impatto positivo e fanno ben sperare per il futuro.

Vedi tutte le 23 foto

Il programma di cui si è parlato prima era il programma a premi. Quest’anno al DSC gli Shades of the Past Hot Rod Roundup No. 29 hanno reso molto felici una manciata di roditori, ma l'”aiuto” finanziario va oltre i roditori e ben oltre la comunità locale. L’estrazione fifty-fifty di quest’anno si è avvicinata ai 45.000 dollari, con 22.905 dollari che sono andati a Steve Braden. (Alla cerimonia di premiazione, dopo aver ricevuto il premio in denaro, egli ha raggiunto la scatola e ha tirato fuori una manciata di banconote e le ha consegnate alla “futura vescica” che aveva tirato il suo biglietto vincente. Uno di quei momenti molto toccanti e toccanti a cui le voghette non sono normalmente associate. Conosciamo un giovane roditore che si è goduto il resto del weekend, supponendo che la mamma non abbia depositato tutto il contante in un libretto di risparmio).

Shades offre anche 10.000 dollari a un concorrente preregistrato che si è registrato durante la cerimonia di premiazione. Anche se si vincono i 10.000 dollari, il biglietto viene rimesso in palio per la possibilità di vincere l’auto a premio. Quest’anno Mary Curry se n’è andata con i soldi.

Abbiamo detto che lo Shades Car Club è ben consapevole dei suoi obblighi verso la comunità e negli ultimi nove anni il club ha donato 39.700 dollari al Blount County Empty Pantry Fund, oltre ad altri 39.700 dollari al Toys for Tots of Blount County. Altri benefattori della comunità sono la Ronald McDonald House of Knoxville a 2.500 dollari e il programma Share it Forward con altri 2.500 dollari a beneficio dei dipendenti della Dollywood Company che ne hanno bisogno. (N.d.R.: è questo tipo di coinvolgimento della comunità che ingrazia i rodders con i leader della comunità e mette il nostro hobby in buona luce con la comunità. È anche la cosa giusta da fare. ¿ B.B.)

Articolo molto interessante
L'Imperatrice d'Oro 1949 Caddy Vert riporta i giorni di gloria di Kustoms con un ¿ K¿ K¿

The Shades of the Past Hot Rod Roundup è ben noto per i suoi premi. I Rodder capiscono che il giudizio è “stretto” ma giusto. Ci sono gli ambiti premi principali che iniziano con la Top 25, che ti porta alla Fab Five, che ti porta in lizza per il Best Street Rod, Best Street Machine, e Best Street Cruiser, e poi il più grande, il Best Overall. Il Best Overall viene selezionato dai proprietari delle auto che fanno la Top 25, come si fa a condividere la responsabilità e la ricompensa? Quest’anno le Fab Five erano composte da Alex Covington per la sua Nova del ’67, Rodney Harris per la sua Ford coupé del ’32, Doyle Thomas per la sua Rambler del ’63 (presente in questo numero di SR), William Shores per la sua Mustang del ’71, e Bruce Ricks per la sua Ford del ’56. Da questa selezione, vincendo le rispettive migliori categorie, sono stati Harris (street rod), Covington (street machine) e Ricks (street cruiser). Il migliore in assoluto, come selezionato dai 25 migliori proprietari, è stato Ricks per la sua Ford del ’56 denominata “Suncammer”, costruita da Steve Cook dell’Oklahoma.

Altri premi degni di nota sono stati la Street Rodder/Painless Performance Products Top 100 (10 destinatari) e la Street Rodder Pick. (L’AMSOIL/Street Rodder Road Tour Popular Hot Rodding Tri-Five Cruise ha anche utilizzato l’evento Shades come destinazione finale di uno dei tour di una settimana, aggiungendo all’individualità generale dell’evento). Ci sono stati 16 premi di specialità assegnati da personalità del settore. Il SoffSeal Mighty Muscle comprende un’altra collezione di premi che vanno a cinque eccezionali muscle car, una delle quali è stata selezionata come vincitrice assoluta. Quest’anno è andato a Jerry Dennis per la sua Chevy Impala 409 rossa del ’62 con motore rigido.

L’Hot Rod Roundup ospita anche un evento al suo interno. C’è il Southeast Deuce Gathering sponsorizzato dai Southeast Deuces, che fa parte degli Shades fin dall’inizio. Quest’anno gli oltre 100 e 32 anni erano presenti con Bobby Benfield premiato come Miglior Chiuso, Bob Baker premiato come Miglior Aperto, Gene Suelzle premiato come Miglior Pubblicità e Keith Rutherford premiato come Ladies Choice.

Probabilmente, l’evento che tutti stanno aspettando è l’omaggio all’auto. Quest’anno il grande premio è stato il Rat’s Glass ’32 Ford highboy roadster costruito al Bobby Alloway’s Hot Rod Shop di Louisville, Tennessee. Numerosi produttori del settore partecipano a sostenere questo progetto, che è apprezzato da tutti i partecipanti.

Vedi tutte le 23 foto

Articolo molto interessante
Goodguys Lone Star Nationals

Lo Shades Car Club ha regalato “qualcosa” dal 1987, e quello che molti non sanno è che ogni anno ci sono due premi importanti. Hanno regalato 1 telaio mobile, 2 pickup a pianale corto GMC, 13 auto non finite, 2 rimorchi Mullins, 22 auto di nuova costruzione e 3 auto restaurate. Tra gli omaggi, uno di particolare interesse è stato il telaio a rulli del 1988, fornito da Boyd Coddington, che è stato caricato con pezzi personalizzati di Lil’ John Buttera. Per molti anni c’è stata un’auto da regalo, ma c’era anche un’auto non finita (necessitava di vernice, tappezzeria, ecc.) come premio secondario. Nel 2005 è stata regalata una Roadster blu del ’33, ma insieme a questa c’era anche una Buick Riviera argento del ’63. Nel 2006, oltre alla Deuce highboy roadster, è stata regalata anche una Ford Thunderbird bianca del ’63. Nel 2007, oltre a una Deuce highboy roadster Deuce argento, è stata regalata una Chevy Malibu nera del ’68 big-block. Nel 1993 sono stati regalati due rimorchi Mullins forniti da Outlaw. Ci sono molti eventi eccezionali e ben noti all’interno della comunità dei rodding. Ora che gli Shades of the Past Hot Rod Roundup sono entrati in questa classifica, restituire ai rodders e alla comunità è probabilmente uno dei fattori che contribuiscono a raggiungere questo elevato status.

Il prossimo è il trentesimo anniversario del Roundup Hot Rod nel 2012 e tutti gli indicatori sono le Sfumature della Past Street Rod Association sta pianificando di conseguenza. Cercate qualcosa di speciale. Se vi trovate in questa parte del paese (o nel giro di un giorno di macchina), questo è uno degli eventi principali dell’estate. Meglio iscriversi in anticipo e garantire di avere una stanza e di essere in corsa per tutti gli altri vantaggi.

Painless Performance Products presenta Street Rodder Top 100

Ogni anno lo staff di Street Rodder sceglie 100 auto a scelta tra 10 eventi selezionati. Di queste auto, i lettori online nominano cinque finalisti. Quella che ottiene il maggior numero di voti guadagna l’ambito Painless Performance Products/Street Rodder Street Rodder dell’anno. Per saperne di più, visitate il sito www.streetrodder.com.

Vedi tutte le 23 foto

Suggerimento tecnico

Relè/solenoidi

I relè e i solenoidi assumono un aspetto diverso ma hanno la stessa funzione di base. Essi vengono utilizzati per controllare il flusso di alta corrente utilizzando contatti interni progettati per questo scopo. Richiedono una piccola quantità di corrente per la loro attivazione, quindi l’interruttore può essere un piccolo interruttore nel cruscotto o un mittente nel motore.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento