Siamo sull’orlo dell’auto volante?

Image Gallery: Concept Cars Flying cars may soon leap from the world of science-fiction into reality. See pictures of concept cars. Galleria immagini: Concept Cars Le auto volanti possono presto saltare dal mondo della fantascienza alla realtà. Vedi le immagini delle concept car.Foto per gentile concessione di Moller International

Per 50 anni la fantascienza ci ha stuzzicato con visioni di carreggiate aeree e di veloci manovre di auto sportive volanti. E per 50 anni, le aziende hanno inseguito il sogno, rilasciando occasionalmente il prototipo per far sì che i loro investitori continuassero a investire. Ma nel febbraio 2007, una società israeliana chiamata Urban Aeronautics ha fatto un’audace proiezione: Un’auto volante sul mercato entro il 2012.

La Urban Aeronautics X-Hawk e il suo cugino più piccolo, Mule, hanno un’applicazione molto specifica e guida: soccorso urbano . A detta di tutti, il concetto è giusto. Dove gli elicotteri falliscono, X-Hawk progetta di avere successo. I suoi progettisti sostengono di potersi schiantare contro un edificio per salvare le persone bloccate ai piani superiori e di potersi librarsi lì, a contatto con la struttura, mantenendo la stabilità. La sua tecnologia, pur essendo brevettata, è simile alle innovazioni impiegate nelle imbarcazioni per il decollo e l’atterraggio verticale (VTOL) commercializzate come “veicoli aerei personali” – cioè auto volanti – come il Dragonfly di Trek Aerospace e lo Skycar di Moller International.

In sostanza, l’X-Hawk è un elicottero senza il massiccio rotore esposto e senza la necessità di rotolare per muoversi a destra e a sinistra. Questi due soli progressi ne fanno un veicolo di soccorso urbano ideale, in grado di manovrare in spazi ristretti che impedirebbero l’accesso utile all’elicottero. Gli elicotteri hanno difficoltà ad avvicinarsi abbastanza agli edifici e alle montagne per essere di grande utilità quando si tratta di impigliare persone da luoghi elevati. La tecnologia alla base dei progressi di X-Hawk in termini di manovrabilità comprende diversi importanti aggiornamenti rispetto ai precedenti tentativi di volo con le auto:

  • Rotori contenuti che forniscono il sollevamento verticale senza le pale esposte che rendono pericoloso o impossibile entrare in spazi ristretti
  • Nuovi materiali compositi più leggeri che aumentano il rapporto peso/potenza dell’imbarcazione
  • Un sistema di controllo a paletta che dirige il flusso d’aria all’ingresso e all’uscita di ogni condotto del rotore per consentire il movimento laterale senza rotolamento
  • Aggiornamento dei motori a turbina che pesano meno producendo più spinta
Articolo molto interessante
Come funzionerà il concetto Rimac One

Il pilota di X-Hawk è seduto in una cabina di pilotaggio in stile caccia-jet con un involucro trasparente per la visibilità. L’imbarcazione è progettata per volare fino a due ore su un serbatoio di gas, fino a 155 miglia all’ora (250 km/h) e 12.000 piedi (3.700 metri).

Tuttavia, a febbraio 2007, X-Hawk si trovava ad appena 1 metro dal suolo. L’Aeronautica urbana si aspetta che raggiunga la piena operatività entro il 2009. La versione più piccola di X-Hawk, Mule, si prevede che colpirà i cieli commercialmente in soli cinque anni (la data prevista per il mercato di X-Hawk a grandezza naturale è più tardi, intorno al 2015). Se Mule sta davvero facendo dei salvataggi già nel 2012, potrebbe essere la prova del concetto che apre le porte ad altri VTOL ancora in fase di sviluppo ma così vicini alla commerciabilità. E abbiamo già sentito tutto questo in passato; ma questa volta, un importante produttore di aerei è interessato. Mentre sta ancora contemplando un reale impegno per il progetto, Bell Helicopters è in trattative con Urban Aeronautics e ha esposto il prototipo X-Hawk al salone aeronautico di Farnborough 2006. Il prezzo sarà ovviamente un ostacolo al consumo di massa. La Urban Aeronautics stima che la versione piccola dell’X-Hawk, con una capacità di tre persone, funzionerà per circa 1,5 milioni di dollari. Ma per un veicolo di soccorso urbano commercializzato per le forze armate e di polizia, non è poi così male.

Articolo molto interessante
Mercedes-Benz Auto sportive

Contents

Articoli HowStuffWorks correlati

  • Come funzioneranno le auto volanti
  • Come funzionano gli elicotteri
  • Come funzionano i motori a turbina
  • Come funzionano gli aerei
  • Come funzionano i veicoli aerei personali
  • Come funziona l’Hy-wire dei GM
  • Come funziona la sQuba

Altri grandi link

  • TerraFugia
  • Moller International Skycar
  • Trek Aerospace
  • Aerodinamica urbana
  • La Piasecki Flying Jeep

Fonti

  • “Il futuro veicolo di soccorso, la macchina volante”. CNN.com. 31 gennaio 2007. http://www.cnn.com/2007/TECH/01/31/israel.flying.car.ap/index.html
  • Trek Aerospace http://www.trekaero.com/
  • Moller International Skycar http://www.moller.com/skyc.htm
  • Aerodinamica urbana http://www.urbanaero.com/Urban_Main.htm

Lascia un commento