Stand Up For The Start Up – PRO Edelbrock Drag Racing Series

Rocce della serie PRO come NMRA Offshoot

Vedi tutte le 15 fotoPaul RosnerillustratorScott SparrowillustratorMar 21, 2003

Negli ultimi dieci anni, le corse di accelerazione su strada hanno subito una dura prova. Quando la serie PRO Edelbrock Drag Racing ha fatto il suo debutto nel 2002 alla Beech Bend Raceway di Bowling Green, Kentucky, la giuria non si è ancora pronunciata sul livello di successo che avrebbe avuto questa nuova organizzazione legale su strada. Nato da ProMedia, lo stesso equipaggio che ha fondato la “all-Ford” NMRA Ford Drag Racing Series, che ha riscosso un grande successo, non ci è voluto molto tempo perché l’entusiasmo prendesse piede. Con sette classi di heads-up racing e tre classi basate su gare in stile index-style, l’organizzazione PRO-Edelbrock ha tenuto quattro gare durante la sua stagione inaugurale, compresa una resurrezione delle finali mondiali di fine stagione a Memphis.

I quattro eventi PRO-Edelbrock si sono svolti a Beech Bend, Cordova Dragway a Northwestern, Illinois, Maple Grove Raceway vicino a Reading, Pennsylvania, e al Motorsports Park di Memphis. Una quinta gara si sarebbe dovuta disputare ad Atlanta Dragway a settembre, ma le forti piogge dei resti della tempesta tropicale Hannah ne hanno imposto l’annullamento.

La serie mantiene diverse classi e pacchetti di regole che sarebbero familiari anche ai novizi delle corse di drag race legali su strada, come Denso Pro Street e Nitto Tires Super Street. Si discosta inoltre dalla norma con nuove classi come Vortech Xtreme Street, che porta un sapore simile a quello della popolarissima classe Super Street, fin dagli esordi di questo sport. C’è anche MSD True Street, una classe progettata per permettere ai corridori locali di competere contro il tempo a livello nazionale, nelle loro macchine da strada.

La serie PRO ha goduto di una solida affluenza durante la stagione, con noti veterani legali di strada come Pat Musi, Gary Rohe, Bill Glidden e Joel Greathouse che hanno partecipato a diversi eventi. I campioni che sono stati incoronati alla cerimonia di fine stagione del PRO Award sono stati Musi in Pro Street e Glidden in Super Street, nomi familiari ai lettori di Popular Hot Rodding.

“Il nostro obiettivo è quello di offrire un’ampia varietà di classi in cui gli heads-up racers possano competere”, ha spiegato il direttore del PRO Charlie Harmon. “Dalle auto Pro Street ultra-rapide alle relativamente convenienti classi entry level Mr. Gasket Cheap Street, c’è una classe per tutti coloro che vogliono provare le gare heads-up”, ha aggiunto Harmon. “Inoltre, siamo particolarmente entusiasti del nostro crescente segmento di auto show e della gara di burnout, e abbiamo ricevuto un ottimo feedback dai nostri spettatori”.

Per quanto riguarda il successo della prima stagione, Harmon lo attribuisce a una buona pianificazione e alle lezioni apprese dall’NMRA. “Avevamo un forte modello di business già in atto dall’NMRA, e abbiamo applicato molti di questi stessi principi alla nuova serie PRO Edelbrock. Stiamo cercando di costruire questa serie con una solida base per i corridori e gli appassionati, in modo da poter essere in giro per gli anni a venire”.

Mentre l’anno scorso, la nuova serie ha certamente fatto parlare la gente, Harmon sottolinea che era ancora la stagione delle debuttanti della serie. “Abbiamo fatto dei grandi passi avanti nel 2002, e abbiamo superato molte delle nostre aspettative, ma all’inizio del secondo anno c’è ancora molto spazio per la raffinatezza e la crescita”, ha aggiunto.

La serie riceverà il suo primo assaggio del 2003, quando la stagione si aprirà al Motorsports Park di Bradenton (Florida) in aprile – la prima di una stagione di sei gare che, dopo l’apertura, torna negli stessi luoghi che hanno ospitato il tour nel 2002. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito web PRO all’indirizzo www.fasteststreetcar.com.

Vedi tutte le 15 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento