Super Stock Hemi Engine Build – Ricostruire una leggenda

Ci viene chiesto di costruire il motore per un True Sox & Martin Hemi ‘cuda.

Vedi tutte le 15 fotoDave YoungwriterOct 25, 2011

La storia di ogni marchio automobilistico americano è varia e unica, ma nessuna casa automobilistica era più legata alle corse negli anni ’60 e ’70 della Chrysler Corporation. Basandosi molto sulla pratica di assumere ingegneri creativi ed entusiasti, le divisioni Dodge e Plymouth della Chrysler interpretarono attentamente le regole dei principali enti sanzionatori, progettando auto e motori in modo specifico per dominare le classi superiori delle corse di auto di serie, che in questo periodo erano entrambe in crescita esponenziale. Si può sostenere, infatti, che Chrysler ha fatto un lavoro troppo buono nel progettare e costruire queste auto, e nel supportare i loro team, come dimostrato dal fatto che Dodges e Plymouth sono stati svantaggiati dagli enti sanzionatori, soprattutto se alimentati dal motore 426 Hemi.

Tra i molti Mopar storici sviluppati dalla Chrysler in questo periodo, c’era un programma specifico che avrebbe cambiato la storia delle gare di drag racing e definito il dominio di classe. Alla fine del 1967 fu lanciato un programma dalla Chrysler, chiamato Special Vehicle Development. Il compito: progettare un pacchetto di drag racing A-Body drag racing attorno alla Dodge Dart e al fastback Plymouth Barracuda. L’ingegnere della Chrysler Tom Hoover diresse il programma, incaricando Robert Tarozzi di costruire un prototipo funzionante utilizzando una Barracuda del ’67 con assetto del ’68 e la 426 Hemi, da far correre nella classe Super Stock/B (SS/B) drag racing.

Dopo che lo sviluppo e i test hanno dimostrato che le auto del pacchetto A-Body erano in grado di raggiungere la metà dei dieci secondi, la Chrysler ha incaricato la Hurst Corporation di costruire appositamente un numero limitato (150 è comunemente accettato) di Dodge Darts e Plymouth Barracudas. Assemblate con componenti in fibra di vetro della carrozzeria anteriore, più sottili del vetro di serie, sospensioni speciali e una Race Hemi in ghisa, queste auto erano a disposizione del pubblico, ma specificamente indirizzate alle squadre da corsa che le avrebbero perfezionate per dominare la classe delle Super Stock (SS)/B, SS/A, e ora SS/AH. Uno dei team che ha condotto con successo la campagna pubblicitaria di molte di queste Plymouth Barracudas costruite appositamente durante i primi anni di Super Stock è stato il team di Ronnie Sox e Buddy Martin.

Articolo molto interessante
Nuovo @ SEMA: Hurst Nitro Stick II Shift Handle

Dopo aver vinto i Campionati del Mondo NHRA e AHRA 1969 in Super Stock, Ronnie Sox ha vinto la stagione inaugurale 1970 di Pro Stock in un Jake King e Dave Christie-preprepped Hemi ‘Cuda a quattro velocità, poi l’ha sostenuta nel 1971 con un altro Campionato del Mondo, guadagnando il miglior record di guida dell’era a quattro velocità dal 1970 al 1972 vincendo 9 di 23 eventi. Ma quando il motore Hemi mostrò il suo dominio nella Pro Stock, gli enti sanzionatori iniziarono ad aggiungere peso ai veicoli equipaggiati con Hemi, portando la Chrysler a dirigere le sue squadre sponsorizzate dalla fabbrica per boicottare la classe per la stagione 1974 in segno di protesta contro l’handicap.

Non volendo perdere il suo vantaggio come pilota, Ronnie ha chiesto ai suoi contatti alla Chrysler come poteva continuare a correre, e gli è stato detto che il team poteva mantenere il supporto della fabbrica mentre gestiva la Super Stock in una delle Hemi Barracudas Hurst del ’68. Buddy Martin acquistò rapidamente un’auto, che fu modificata da Dave Christie che aggiunse una nuova sospensione posteriore per sostenere la Dana 60 e un vetro posteriore più spesso per sostituire il sottile vetro Corning secondo le istruzioni della Chrysler. Jake King costruì poi la Hemi per la Barracuda del ’68 secondo le specifiche di classe, e Ronnie Sox guidò l’auto durante la stagione 1974, guadagnandosi una vittoria ai Gator Nationals.

Articolo molto interessante
Restauro classico Mopar Rust Restoration - Un restauro progressivo - Tech

Ogni volta che voi o la vostra officina meccanica locale ricostruite un motore, o ne costruite uno da zero, è molto importante definire lo scopo del veicolo. Essendo un’auto da corsa altamente collezionabile, e una delle Barracuda originali Hurst del ’68, sapevamo che quest’auto era troppo preziosa per rischiare di fare un passaggio lungo la pista con un motore da corsa, non importa quanto sarebbe stata allettante. Questa Plymouth è principalmente un pezzo da esposizione, anche se viene guidata occasionalmente (proprio così, per strada) e probabilmente l’avete vista ai Mopar Nationals o ad altri eventi, dato che Todd si diverte a condividere la sua collezione con il pubblico. Quindi, anche se un motore da corsa Super Stock non aveva senso per questo veicolo, volevamo rendere giustizia all’auto con una combinazione ben studiata che sembrasse corretta per il periodo, con una potenza sufficiente a rendere Ronnie e il suo team orgogliosi.

Anche se questa Hemi ha funzionato prima di essere rimossa, più ispezionavamo i pezzi, più le cose peggioravano. Il già 0,040 pollici sotto l’albero a gomiti aveva cuscinetti filati, rendendolo inutile, e abbiamo scoperto che il blocco era incrinato e riparato, ma la cattiva riparazione e l’overbore da 0,060 pollici hanno reso il blocco utile solo come pezzo da esposizione. Inoltre, entrambe le teste dei cilindri erano incrinate tra le valvole e il foro della candela, così come nelle camicie d’acqua, rendendo necessaria la loro sostituzione. Dopo la nostra ispezione completa, gli unici pezzi che avevamo a disposizione erano le bielle, i coperchi delle valvole, la coppa dell’olio e l’adeguato collettore di aspirazione a croce.

Anche se non sono rari i pezzi incrinati e rotti, il numero di pezzi rotti in questo motore ci ha fatto rimescolare per i pezzi di ricambio. Sapendo che avevamo bisogno di pezzi originali per mantenere l’aspetto corretto del periodo, è stato individuato un blocco di fabbrica ricostruibile con data di fusione del 10 giugno 1968. Chuck ha anche individuato diverse coppie di teste di cilindri, che abbiamo testato fino a quando non abbiamo trovato due buone teste da costruire. Con i pezzi principali al loro posto, siamo passati all’assemblaggio rotante.

Articolo molto interessante
Dettaglio del motore Mopar

Poiché questo motore non vedrà mai un motore a tutto gas passare lungo la pista o essere ispezionato dalle squadre tecniche della NHRA, le specifiche non dovranno rispettare le regole delineate per la competizione Super Stock. Con questo in mente, sapevamo che il proprietario di questa vettura voleva una Hemi corpulenta e ad alta compressione e ha fatto funzionare solo carburante da gara nella vettura, così abbiamo ordinato un set di Keith Black forgiato 12,5:1 pistoni forgiati 12,5:1. La fresatura delle teste combinata con un albero a gomiti Scat da 4,15 pollici di corsa fornirà un’ulteriore compressione, ottenendo un rapporto di compressione reale di oltre 13,0:1. Con una camma a rulli, sollevatori, e le corrispondenti impronte delle valvole di Comp Cams, valvole Manley in acciaio inossidabile, bilancieri Indy, un sistema di olio Milodon, e anelli e cuscinetti della Summit Racing Equipment, non vediamo l’ora di assemblare e installare questo motore in un futuro numero di Mopar Muscle. Per ora, tuttavia, faremo molta attenzione a rimuovere e ispezionare il motore di questa storica auto da corsa Mopar.

Vedi tutte le 15 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201110mopp-1112-cuda-engine-build-rebuilding-a-legend-0001.jpg

Lascia un commento