Telaio modello A – Telaio Gran Premio Parte I – Tech

TCI Engineering sta dando un modello di telaio al nostro vincitore dell’Asta dell’anno 2009

Vedi tutte le 16 fotoTim BernsauwriterJim RizzophotographerMar 1, 2010

Se avete letto la nostra copertura dello show, sapete che questa rivista ha inviato i membri dello staff a 10 eventi di street rod designati per tutta la stagione ’09, dove abbiamo selezionato 10 veicoli per ogni evento. Queste 100 selezioni sono state presentate in queste pagine e sul sito STREET RODDER nella sezione “Turtle Wax Presents the STREET RODDER Top 100”. Alla fine dell’anno, abbiamo invitato tutti a visitare il sito web di STREET RODDER e a votare le 10 canne o costumi preferiti. Abbiamo preso i cinque migliori votanti e ne abbiamo selezionato uno come il nostro Street Rod of the Year ’09. Oltre a questo onore indescrivibile, il proprietario dell’auto vincitrice riceverà un impressionante gran premio: un telaio modello A del modello ’28-31 del 35° anniversario della Total Cost Involved Engineering.

Normalmente gli anniversari sono un momento per ricevere regali, ma Total Cost Involved Engineering ha deciso di festeggiare i suoi 35 anni di attività capovolgendo la tradizione e regalando generosamente un telaio completo al vincitore dello Street Rod of the Year ’09 – questo dopo che TCI Engineering aveva già regalato un telaio modello A all’NSRA Street Rod Nationals di Louisville, Kentucky. E non stiamo parlando di un semplice set di “rails” e di alcuni componenti per la posa in opera. Il telaio STREET RODDER grand prize consiste in un telaio costruito su misura, completamente scatolato, con sospensioni anteriori e posteriori complete, freni e tubi dei freni, e supporti per motore e trasmissione.

Articolo molto interessante
Ford F-1 Aggiornamento delle sospensioni - Questioni relative alle dimensioni

TCI Engineering ha costruito la sua attività, e la sua reputazione, su telai ad aste stradali. In 35 anni, l’azienda si è espansa nel mercato dell’auto del dopoguerra e più recentemente nelle applicazioni delle muscle car. Ma i pacchetti di telai e telai modello A del ’28-31 rappresentano di per sé una grande varietà di livelli di assemblaggio e di componenti, a partire dai telai nudi in tubi 2×4 fino ad arrivare ad un telaio completo, con opzioni che includono pacchetti di assali IFS o drop axle (disponibili in acciaio inossidabile o cromati), e numerose scelte di sospensioni posteriori. La lunga lista di opzioni include staffe motore personalizzate, dischi posteriori, airbag Shockwave, cambio rapido posteriore, e troppe altre per essere elencate. Sono disponibili cinque traverse posteriori, tra cui coilover, avvolgente coilover, Jag, Corvette e stock leaf, e il sito web mostra una configurazione IRS Kugel da 9 pollici, se è quello che state cercando. Inutile dire che TCI Engineering può lavorare con voi per mettere insieme un telaio completo creato su misura per la vostra specifica applicazione.

Jim Rizzo ha trascorso un po’ di tempo presso la sede di TCI Engineering in Ontario, California, dove ha scattato foto di alcuni telai diversi che andavano insieme. Più tardi, siamo tornati per il nostro tour per vedere come vengono costruiti i telai; ognuno si sposta da una stazione all’altra, dove un individuo o un team si concentra sui suoi componenti specifici, come una catena di montaggio senza la linea. Molti dei componenti delle sospensioni, come i mandrini, i bracci di controllo, i bracci dello sterzo e le quattro barre, sono lavorati in casa. La maggior parte dei pezzi che non sono costruiti in loco sono commissionati da affidabili produttori americani. La maggior parte di queste foto ritraggono la parte anteriore di un paio di telai diversi che vanno insieme. La prossima volta continueremo la costruzione, concentrandoci sulle parti delle sospensioni posteriori.

Articolo molto interessante
Mandrini e rompidisco per 1958-1970 Chevys - Bow Tie Drop And Stop - CRM Tech

Vedi tutte le 16 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento