Test rapido: Alternatori difettosi

Qual è il modo giusto per testare un alternatore difettoso?

Vedi tutte le 1 fotoMarlan DaviswriterGen 14, 2014

Lo scollegamento della batteria mentre il motore è in funzione non è un test valido per il funzionamento dell’alternatore e può danneggiare le parti elettroniche sensibili. Utilizzare invece un voltmetro comune e la seguente procedura di prova. Anche se alcune delle fasi fanno riferimento ai tipici alternatori GM, la metodologia di base è valida per qualsiasi sistema di ricarica.

01 Tensione di prova attraverso i morsetti della batteria con il motore acceso. Un buon alternatore dovrebbe mantenere la tensione della batteria tra 13,9 e 14,8 volt (14,2 è ottimale). Anche nel peggiore dei casi, con tutti gli accessori accesi, ci dovrebbero essere almeno 13 volt alla batteria. Accertarsi che il motore funzioni ad un numero di giri abbastanza alto da permettere al sistema di carica di funzionare (specialmente se si fa funzionare un alternatore monofilare eccitato ad un determinato numero di giri). Se la tensione è bassa, andare al punto 02 . Se la tensione è superiore a 15 volt, passare a Step 05 .

.

02 Collegare il voltmetro tra il morsetto di uscita dell’alternatore (BAT) e la terra. Se la tensione è di 13,614,6 volt, l’alternatore è OK, ma l’alimentazione non arriva alla batteria. Andare al punto 03 . Se la tensione è inferiore a 13,6 volt, andare a Step 04 .

03 Controllare i cavi della batteria e il cavo di carica dell’alternatore per verificare che non vi siano collegamenti errati, cavi e fili di dimensioni non corrette o corrosione. Riparare o sostituire se necessario. Ricontrollare come al punto 02 . Se la tensione è una costante 13.614.6, il problema è risolto. Se la tensione è normale, ma diminuisce lentamente, passare al punto 04 .

04 Controllare la cinghia di trasmissione dell’alternatore. Regolarne la tensione o sostituirla se necessario. Su una vettura stradale, la puleggia della manovella deve essere tre volte più grande della puleggia dell’alternatore; fissare secondo necessità. Se la tensione è normale ma diminuisce lentamente dopo queste riparazioni, l’alternatore è a posto ma non riesce a stare al passo con le richieste di corrente del veicolo; passare ad un alternatore con una potenza superiore. Se si ottiene una lettura immediata sotto i 13,6 volt, andare a Passo 05 .

05 Testare il regolatore di tensione. Per i regolatori esterni, passare al punto 06. Per i regolatori interni, andare al passo 07 .

06 Scollegare il cablaggio dal regolatore. Con il motore acceso, collegare un filo di ponticello dal terminale B+ del connettore al terminale di campo del connettore (sulla maggior parte delle auto GM, che sono rispettivamente i fili rosso e blu). Fare questo solo per 30 secondi alla volta. Il motore si impantanerà. L’alternatore dovrebbe avere un rumore udibile e una rampa fino all’uscita massima. Se si vede un arco visibile, riparare o sostituire il regolatore. Se non c’è arco, l’alternatore ha un circuito di campo aperto o spazzole consumate. Riparare o sostituire a seconda delle necessità.

07 I regolatori interni dell’alternatore GM SI possono essere controllati come mostrato nella foto. Se la tensione sale durante questo controllo, riparare o sostituire il regolatore interno. Se la tensione è inferiore a quella precedente, riparare o sostituire l’intero alternatore. Gli alternatori GM CS di ultimo modello non hanno regolatori riparabili; l’intera unità deve essere sostituita.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20141alternator-detail-view.jpg

Lascia un commento