Thunderroad con un pickup Ford modello A del 1929

Il ritiro di Posies’ Pickup Puts a Spin on Vintage

Vedi tutte le 18 fotoTim BernsauwriterSep 28, 2004

Le definizioni standard di hot roding non hanno più molto senso, vero? Abbiamo appena superato una stagione estiva in cui abbiamo visto un gruppo di hot rod “tradizionali” costruite in fibra di vetro, molte auto “contemporanee” che sembravano fuori moda, e file di street rod che non vedranno mai la strada.

Ora, come se volesse fare di tutto per offuscare ancora di più le linee, Ken Fenical di Posies Rods and Customs costruisce un pickup Ford del ’29, soprannominato “ThunderRoad”, che si ispira ovviamente all’attuale ritorno alle aste tradizionali ma che è tecnicamente sofisticato, presumibilmente ad alto budget, e notevolmente distinto.

“Non riuscivo a capire – ha spiegato – perché persone perfettamente intelligenti prestassero così tanta attenzione a un’asta di topo che entrava dal cancello di un autosalone. Così ho iniziato a cercare di vedere quello che vedevano loro, e mi sono reso conto che stavano osservando una vera e propria bacchetta calda, ma che era incompiuta. Così ho deciso che ne avrei costruita una finita, e che l’avrei fatta con una tecnologia all’avanguardia. L’unica cosa originale sulla mia auto è la carrozzeria. Tutto il resto è del 2004”.

In un hobby in cui tanti ragazzi tradizionali si vantano che tutto nel loro giro è degli anni ’40 o ’50, Posies ha capovolto il tutto costruendo un’asta dall’aspetto tradizionale di tutte le parti nuove.

In realtà, la materia prima per il suo pickup è un corpo Modello A del ’29 trovato al mercato delle pulci di Hershey nel 2000. L’acciaio originale è stato ampiamente rielaborato durante le 19 settimane di costruzione, iniziando con un taglio di 5 3/4 di pollice e altri componenti e trucchi tecnici personalizzati. Sotto, un telaio tubolare costruito a mano è stato caricato con i componenti delle sospensioni anteriori e posteriori del catalogo Posies, con un po’ di ingegneria creativa.

Nonostante le montagne di dettagli sorprendenti su tutta l’asta, l’impegno di Posies a mantenere tutto il 2004 non significa che debba essere esotico. Per esempio, la caratteristica vernice bordeaux è un colore Ford Taurus (2004, naturalmente). Posies l’ha scelta per la semplice ragione che è una vernice prodotta in serie, a due stadi, che può essere trovata ovunque e riparata a basso costo.

Il ritiro non è così semplice all’interno, però. Uno dei componenti più evidenti, il cruscotto in alluminio costruito a mano, ha tutto il carattere di un mobile dell’era art déco. L’altro è il motore Roush 402 Ford iniettato. Si potrebbe definire un’interpretazione moderna di un vecchio mulino a caldo, ma questo motore pronto per la gara fa quel tipo di potenza che lascerebbe in piedi una hot rod degli anni ’50 con la bocca aperta.

Ken ha ricevuto un grande aiuto con questo progetto e vuole riconoscere in particolare Tim Lephart per 5 mesi di lavoro domenicale per il ritiro. Accredita anche Rich Lewis di Posies per tutto il lavoro che ha messo nel progetto.

Se si tratta di attirare l’attenzione, ci siamo chiesti se ThunderRoad stesse ottenendo la risposta che Posies voleva.

“Sto ricevendo la maggior parte dell’attenzione dai ragazzi che costruiscono auto, e dai proprietari di tondini di ratto che apprezzano il fatto che ci siano dei cavalli. Ho avuto una buona risposta lasciando il quartiere fieristico di Columbus. L’unico modo per uscire in strada era attraverso l’acqua che qualcuno aveva versato. Mia figlia mi ha fatto notare che ce l’hanno messa loro per farmi fare il burnout. Inutile dire che l’abbiamo lanciata e a circa un isolato di distanza ho ricevuto una standing ovation. Non so se il pubblico dovrebbe leggerlo, ma è stato divertente.

Allora, è tradizionale, è contemporaneo o cosa? Non ne siamo sicuri, ma forse il fatto che sia divertente è l’unica cosa che conta davvero.

ThunderRoad ’29 Modello A Pickup

Posizioni Aste e Dogana

Hummelstown, PA

www.posiesrodsandcustoms.com

Vedi tutte le 18 foto

Drivetrain:

Telaio: ThunderRoad cavalca su un telaio a 1 3/4 di tubo e gabbia, molleggio con Posies SuperSlide springs nella parte posteriore e Ellipta Slide springs nella parte anteriore. Un albero di trasmissione in acciaio di piccolo diametro di Mashar Driveshaft collegato a una Ford da 9 pollici con 3,73 marce e un Posi fa girare le ruote e i freni a disco di Wilwood le rallentano. Il boro ha cambiato il rapporto sulla scatola dello sterzo della Chevy del ’56.

Le ruote caratteristiche sono da 20 pollici della linea Colorado Custom Sugar City. Sono state verniciate in bronzo RR, lo stesso colore usato per i tubi per lo snorkeling ad aria. I rotoli di gomma ThunderRoad su cui sono montati i rotoli di gomma sono BFGoodrich G Force radiali che misurano P285/55R20 nella parte posteriore e un paio di pneumatici per biciclette sportive nella parte anteriore. I parafanghi anteriori e posteriori della moto, verniciati di nero piatto, sono in lavorazione.

La carrozzeria in acciaio è l’unico componente veramente d’epoca sul veicolo, modificato con un taglio di 5 3/4 di pollice verso l’alto. Un top roadster del ’33 è stato modificato per funzionare sul ’29. Le cerniere e le maniglie delle portiere sono state mantenute, insieme al tappo del gas del cofano. Il letto personalizzato rivestito in tonneau è costruito in alluminio. La griglia CW Moss è affiancata da fari H2 Hummer in secchielli da mercato delle pulci. La visiera in alluminio .080 e il serbatoio del carburante in alluminio .120 sono stati costruiti a Posies. Gli specchietti retrovisori della Valley Auto sono dotati di teste Chevy del ’57 su aste coniche in acciaio inossidabile regolabili. Ken può allungarle di cinque pollici per l’uso in autostrada e allentare un dado ad alette per spingerle vicino alla visiera durante gli spettacoli. La vernice bordeaux è un mix di fabbrica di paramotore, scelto per il fatto che non è oscuro o esotico. E la terza luce di stop a LED? “Non ho mai costruito un’asta calda – e non ne costruirò mai un’altra – con una terza luce dei freni – ma se devo professare il 2004, deve averle.

Interno: Rick Futrell e Russ’ Trim Shop ad Harrisburg, Pennsylvania, si sono occupati dei lavori di tappezzeria, utilizzando pelle gialla di Car Tech in Michigan (i coprisedili Pep Boys Falcon del 1962 usati come inserti sono il singolo allontanamento dall’obiettivo di Posies per mantenere tutto il 2004). Il cruscotto personalizzato ospita i manometri Haneline in un cruscotto a grani di legno. Questo pezzo ospita anche il sistema Vintage Air AC. Le cinture a spalla di Juliano sono fissate al rollbar laterale fuori vista. Anche il volante e il piantone sono di Juliano. La gobba centrale alta nasconde i due tubi di scarico ovali impilati da 2,5 pollici e mezzo, uno scudo termico, l’albero motore e un ponte per il cablaggio (da Painless) e i tubi dei freni. Altri componenti includono il freno a mano Lokar e il pedale dell’acceleratore a cucchiaio.

Vedi tutte le 18 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento