Trasmissioni a sei velocità – Mix Master

I nuovi cambi di velocità a cinque e sei marce di Mcleod

Vedi tutte le 18 fotoRon CeridonowriterOct 3, 2006

Per quelli di noi che hanno un sacco di marchi hot rod hash, uno dei più noti produttori di volani, frizioni e componenti correlati è McLeod. Nel corso degli anni, la qualità dei loro prodotti li ha resi leader nel settore, ma gran parte del successo di McLeod è anche il risultato del costante sviluppo di nuovi prodotti per soddisfare le esigenze di roditori e piloti.

Alcuni dei nuovi prodotti McLeod’s hanno risposto all’aumento dell’uso di trasmissioni manuali a cinque e sei velocità. Poiché queste scatole sono diventate prontamente disponibili e sono state trapiantate in ogni tipo di auto, McLeod ha risposto creando una linea di campanelli/adattatori modulari e cuscinetti idraulici per rendere più facili gli scambi di trasmissione. Ma una volta che quei trapianti di trasmissione avevano avuto luogo, spesso saltava fuori un altro problema, letteralmente: il cambio spuntava dal pavimento. La posizione del bastone era di solito troppo lontana per molte delle prime auto, spesso finendo sotto il sedile.

A differenza dei traslatori che si avvitavano ai lati del T10, dei caricatori dall’alto e della maggior parte delle altre quattro velocità che abbiamo conosciuto e amato, il raccolto contemporaneo di cinque e sei velocità utilizza un traslatore interno. Cioè, il meccanismo del cambio è integrato nella trasmissione e il gruppo della maniglia si avvita semplicemente alla parte superiore della cassa. Lì si innesta una presa e le guide di scorrimento che mescolano gli ingranaggi. Naturalmente non ci è voluto molto perché l’aftermarket sviluppasse dei cambi per queste trasmissioni. E mentre alcuni di essi offrivano una corsa più corta tra le marce, la maggior parte di essi erano solo delle leve che sembravano delle zoomie con manopole di trucco. Non c’erano molte scelte per quanto riguarda il posizionamento della leva del cambio; almeno non abbastanza per Red Roberts, il capo di McLeod.

A causa dei limiti di tutti i progetti OEM e aftermarket, Roberts ha deciso che era necessario un nuovo cambio a rotaia con opzioni di posizionamento dei bastoni per ogni possibile applicazione. Così si è posto il compito arduo di progettarne uno. Il risultato di questo sforzo è lo Slik Stix, un cambio così unico che è stato richiesto un brevetto.

Mentre lo Slik Stix non è complicato e non ha molte parti singole, con tutte le opzioni di posizione della leva, oltre alla disponibilità di un kit di arresto del cambio positivo per le applicazioni da corsa, ci sono potenzialmente 8.000 numeri di parte. Questo significa che se si installa un cambio a cinque o sei marce in qualsiasi cosa, McLeod ha un cambio che metterà tutte quelle marce nel palmo della mano o nel palmo della mano.

Vedi tutte le 18 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento