Ultima pagina – Sinfonia o Messa folle?

Novembre 2014

Vedi tutte le 2 fotoTom ShawwriterDec 24, 2014

Sedersi in cima ad ogni motore è un aggeggio complesso ma semplice che, probabilmente più di ogni altra singola parte, determina la personalità della vostra muscle car. Si chiama con nomi in codice come WCFB, 4150, Q-jet e Cracker Box, ma è più comunemente noto come carburatore. Quando funziona bene, il carburatore è una sinfonia di sincronizzazione e di misurazione meticolosa che fa fare le fusa a un motore e a un’auto una gioia da guidare. Ma se una parte va in tilt, può trasformare l’auto in una massa esasperante di malfunzionamenti meccanici.

Hai mai aperto un carburatore? Per chi non lo sapesse, è un mondo oscuro fatto di molle e viti sadicamente piccole, piastre e alberi, leve, leverismi, anelli di collegamento, O-ring, guarnizioni, rondelle di nylon e la strana parte misteriosa. Ma in realtà è solo un piccolo serbatoio di carburante attaccato a un sifone costituito da diversi circuiti per alimentare le diverse esigenze del motore a diverse velocità.

Anni fa ho comprato un kit di carboidrati Echlin e ho studiato l’esploso nelle direzioni. Poi ho smontato con molta cura il mio Autolite 2100 malato, ho imbevuto i pezzi fusi di solvente, l’ho soffiato via con aria compressa e ho sostituito tutte le parti riparabili. È venuto fuori che non era per niente difficile, e il mio carburatore ricostruito ha funzionato. La brillantezza è semplicità e viceversa. Una volta che si è lavorato su qualcosa e visto come si fa nella pratica, la teoria da manuale che ho imparato in officina al liceo aveva più senso.

Articolo molto interessante
Tom Medley, Stroker McGurk Creator, perde la Ford del '40 in Garage Fire; Fondo istituito per la ricostruzione

Ma c’è una grande differenza tra il kittare un carburatore e l’accordatura o il ripristino di uno. Una volta ho pagato un professionista esperto per ricostruire un carburatore che era stato seduto – la cosa peggiore che si possa fare a un sistema di alimentazione, soprattutto con le pesanti dosi di etanolo che i federali stanno ora imponendo. Il tizio mi ha lasciato guardare e imparare. È stato molto meticoloso. Quando ha rimesso insieme il carburatore, il motore è partito subito e ha funzionato come un orologio. O almeno così pensavo. L’ha fatto girare più volte, poi ha avuto un’espressione preoccupata, spiegandomi che non gli piaceva un’accensione sbagliata che sentiva. Strano, non ho sentito un’accensione irregolare. Ma ha tirato fuori tutto e ha smontato tutto di nuovo. Sicuramente ha trovato un piccolo O-ring con un piccolo intaglio. Il suo orecchio era addestrato ad ascoltare suoni appena percettibili, e sapeva dal numero di giri in cui si è verificato il misfire quale fosse il probabile colpevole dell’O-ring. La sostituzione dell’O-ring e la messa a punto del motore gli fecero sorridere. Questo è sapere le cose.

I ragazzi che conoscono i carboidrati a quel livello sono pochi e lontani tra loro. Le ultime auto nuove con carburatore sono state realizzate nel 1990 (1994 per i camion), quindi il carburatore ha fatto la strada del carradore di legno, e con esso la richiesta di tecnici. Molti optano per una repro moderna, come i carboidrati aggiornati di Edelbrock in stile Carter. Tuttavia, alcuni irriducibili fanno ancora il loro mestiere di conoscere i carburatori. Holley ha il suo Custom Shop. Chiedendo in giro ad una fiera si troveranno gli stessi pochi nomi. Quando vedete un carburatore che non è fatto molto bene, vale anche la pena chiedere chi l’ha fatto, così saprete dove non andare.

Articolo molto interessante
Scena per lettori

La brillantezza è semplicità e viceversa

Oltre a tutte le cose normali che possono andare male con un carburatore, hanno ormai circa 50 anni e hanno acquisito tutte le ferite d’uso per un periodo molto più lungo di quello per cui sono stati progettati. Ogni volta che si muove il pedale del gas, l’albero dell’acceleratore in acciaio si usura contro il corpo morbido del carburatore, che di solito è di zinco o alluminio. Alla fine, il foro si consuma in un foro a forma di uovo che perde aria. Questo avviene prima sulle auto a trasmissione manuale, che vedono più movimenti del pedale rispetto alle automatiche. Un po’ di lavorazione e un inserto in bronzo è la soluzione a lungo termine, ma questo è un lavoro specializzato che pochi possono fare bene. Un vecchio carburatore è pieno di stranezze come questa, stranezze che solo i tecnici esperti e veterani conoscono.

Ogni carburatore ha uno spillo e una sede, la valvola che si apre per permettere alla benzina proveniente dal tubo del carburante di fluire nel serbatoio del carburatore, l’ultimo arresto prima di entrare nel motore per la grande combustione. Sapete cosa succede se lo spillo si attacca? La benzina fluisce senza sosta nel carburatore, riempiendo rapidamente il serbatoio del carburante, poi sgorga nel motore e contemporaneamente esce dal tubo di sfiato sul motore caldo. Sembra eccitante, eh? Ci puoi scommettere. Da lì, si è a una scintilla di distanza da un incendio del motore. Tieni sempre pronto un estintore in macchina, vero?

Articolo molto interessante
Angolo di strada - aprile 2014

I getti stessi possono sviluppare porosità o deformazioni a causa dell’età e di innumerevoli cicli termici, con conseguenti perdite che non possono essere corrette con le solite guarnizioni di ricambio. Poi ci sono tutti i problemi legati all’etanolo, un rimedio apparentemente verde che la lobby dell’etanolo vi dirà è il motivo per cui i fiori sbocciano e i bambini ridacchiano.

I carboidrati sono una specialità in via di estinzione. Se ne hai una buona, rispettala. Se hai un buon carburatore, mostragli un po’ d’amore. Mandategli un biglietto d’auguri di Natale e un calendario. Portatelo fuori a mangiare le bistecche. Se è davvero bravo, mandategli un abbonamento omaggio a MCR.

Vedi tutte e 2 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2014\12\1970-carter-avs-carburetor1.jpg

Lascia un commento