Unrestored 1966 Dodge Charger Dodge Charger Hemi ha un unico Super Stock Drag Racing Storia

Un caricabatterie Hemi non restaurato con una storia di corse unica

Vedi tutte le 27 fotoGeoff StunkardwriterSep 17, 2015

Il termine “Boss Hoss” era un modo in cui Dodge si riferiva alla nuova Hemi Charger nella pubblicità della rivista del 1966, e l’auto era all’altezza di quel soprannome. Dopo tutto, non c’era niente di così eccitante nella linea di modelli Chrysler del 1966 come questo nuovo modello di fastback Dodge. Equipaggiata con una carrozzeria nitida, quattro sedili a secchiello con una console centrale a tutta lunghezza e indicatori luminescenti nei cruscotti a turbina, la Charger riecheggiava l’era spaziale in corso, che si stava preparando a mandare gli uomini sulla Luna entro la fine del decennio. A differenza dei modelli precedenti, la Charger è stata deliberatamente progettata e accessoriata come un’auto ad alte prestazioni.

Naturalmente, la parte Boss di quell’Hoss era la nuova A102 426 Street Hemi. Il nuovo mulino da 7,0 litri che aveva preso d’assalto gli ippodromi della nazione dal 1964 era ora in produzione di modelli da strada. Non c’è stato nemmeno uno sgonfiamento del motore. Sebbene abbia perso un po’ di compressione e di fasatura delle camme per la guidabilità, presentava tutti gli interni pesanti del motore da corsa. Era sormontato da due carboidrati in linea a quattro barilotti, come nella tradizione della Chrysler Hemi, iniziata nel 1955 con il modello C300. La Hemi avrebbe creato un’eredità che la Chrysler non avrebbe mai perso.

Vedi tutte le 27 foto

Tuttavia, una cosa che mancava al nuovo Charger era la competitività nelle corse di classe NHRA. Con un peso del cordolo di base pubblicizzato di più di 3.400 libbre prima ancora che la Hemi fosse installata, la Charger non poteva competere con l’accendino Dodge Coronet e Plymouth Belvedere. Infatti, fu quest’ultima, pilotata da Jere Stahl, a vincere il Campionato del Mondo NHRA Stock Eliminator del 1966. Tuttavia, quest’auto fu acquistata nell’estate del 1966 da Leroy M. Leisey principalmente come auto da drag race di classe stock. Infatti, oggi la Charger, che non è mai stata riverniciata, mostra sul contachilometri un chilometraggio effettivo documentato di 1.955 miglia.

Articolo molto interessante
Sabato notte costruire il problema del servosterzo auto da corsa - Nessun riposo per gli stanchi

Il modello Charger non cambierebbe molto andando nell’anno del modello 1967. Questa, rivestita in Dark Green Metallic, fu costruita presso lo stabilimento di Lynch Road il 2 giugno, verso la fine della tiratura del 1966. Come risultato, è stato fornito con lo spoiler opzionale NASCAR a tre pezzi per il ponte, un componente aggiuntivo di fabbrica che ha contribuito a fare la storia della pista circolare quell’estate. Creato per l’omologazione nella NASCAR, lo spoiler basso ha assistito alla vittoria di Sam McQuagg al Firecracker 400 il 4 luglio a Daytona, e ha avuto un ruolo nella vittoria della Dodge nella NASCAR Grand National crown del 1966, conquistata dall’armatore Cotton Owens e dal suo pilota David Pearson.

Vedi tutte le 27 foto

Nativo di Reading, Pennsylvania, Leisey gestiva l’auto localmente in posti come York e Maple Grove. Ma quando gli indici in Super Stock sono stati corretti per il 1970, ha deciso che era il momento di andare in grande e andare a lungo: gli NHRA Nationals a Indianapolis. Ahimè, l’auto fu trasformata in SS/EA, che era il luogo in cui ragazzi come Ray Allen e Jack Werst lottavano con grossi portafogli e mantello aziendale. Non è noto che esistano lenzuola rotonde di classe, ma temiamo che fosse probabile che stesse aprendo un cannone di carne da cannone nella sua Hemi Dodge, in pratica la sua scorta di Hemi Dodge. Quello che esiste sono una foto dell’auto agli U.S. Nationals (corsa in pista, niente di meno) e il nome di Lee Leisey sulla lista stampata prima dell’evento.

Tuttavia, Leisey sembra aver capito quanto fosse rara l’auto. A parte la camma, il cambio a camme, l’anello 4,88, la padella Milodon e le ruote aftermarket, tutto è stato lasciato a magazzino o conservato con cura. All’inizio degli anni ’70 ha tolto la Charger dalla pista e presto è entrato a far parte della National Hemi Owners Association, di cui ha partecipato occasionalmente agli eventi con l’auto. In seguito è rimasta in magazzino fino alla sua morte, avvenuta nel 1990. Sua moglie ha conservato l’auto fino al 1997, quando Mike Kreiser, anch’egli della Pennsylvania, ha avuto la possibilità di acquistarla. Da allora l’ha sempre posseduta.

Articolo molto interessante
1979 Pontiac Trans Am - Alla scoperta di Atlantide... Più e più volte

Mike ha una serie di grandi auto originali a basso chilometraggio, e questa Hemi Charger è stata il pezzo centrale di quella collezione. Recentemente ha rifiutato un’offerta sull’auto che era vicina alle sei cifre dell’asta Mecum di Harrisburg, poiché sapeva di non poterla sostituire con nulla di paragonabile in termini di rarità o originalità a quel prezzo. Oltre ai partecipanti a quell’evento e a una rara esposizione pubblica nella mostra Mel Majors’ Mopar Survivor di Carlisle, i lettori di MCR sono uno sguardo unico nel suo genere, forse l’unico caricabatterie del 1966 a gestire il Super Stock dell’NHRA Nationals. Vincitore o no, questo è stato un Boss Hoss per i libri di storia.

Vedi tutte le 27 foto

A colpo d’occhio

1966 Hemi Charger

Di proprietà di: Mike Kreiser

Ripristinato da: Originale non restaurato

Motore: 426ci/425hp Hemi V-8

Trasmissione: 727 TorqueFlite 3 marce automatico

Riavviare: 4.88 ingranaggi con Sure Grip

Interno: Sedile a secchio in vinile nero

Ruote: 15 pollici in alluminio a 5 razze

Pneumatici: Atlas Plycron anteriore, L60-15 Goodyear Polyglas GT posteriore

Vedi tutte le 27 foto

Il pezzo di rifinitura più notevole della Charger 1966-1967 è l’inserto della lente del fanale posteriore posteriore dell’auto, difficile da sostituire e a volte danneggiato. Era inconfondibile da dietro.

Vedi tutte le 27 foto

La A102 Street Hemi del 1966 non era molto diversa dai modelli da corsa, se non per quanto riguarda il cronometraggio a camme e la minore compressione. In linea con la tradizione Hemi iniziata nel 1955, furono utilizzati due carburatori.

Vedi tutte le 27 foto

La Charger del 1966 aveva un interno unico che presentava una console centrale a tutta lunghezza.

Articolo molto interessante
Frank Tetro 1955 Ford Sunliner - 2012 NSRA Nationals Louisville Top 100

Vedi tutte le 27 foto

Parte del design interno di molti Mopar automatici ad alte prestazioni è stato questo cambio a console, anche se i cambi a colonna erano comuni in molti altri esempi. L’ampio uso di accenti cromati faceva parte del fascino della Charger nei primi anni.

Vedi tutte le 27 foto

Le ruote a cinque razze aftermarket sono originali per la storia complessiva di questa vettura, ma non sono state completamente identificate. I pneumatici anteriori sono Atlas Plycrons, mentre i posteriori sono di Goodyear, Polyglas GT Polyglas ad alta trazione con una rara codifica L60-15.

Vedi tutte le 27 foto

Nella primavera del 1966, quando i problemi di maneggevolezza divennero evidenti, Dodge si appellò alla NASCAR per l’uso di uno spoiler del ponte, e questa piccola versione fu adottata. Quasi tutti quelli visti oggi si trovano sui modelli ad alte prestazioni. La legalità dello spoiler ha avuto un ruolo importante nella vittoria del 400 Firecracker 400 di Sam McQuagg il 4 luglio.

Vedi tutte le 27 foto

Prima della grande M o anche Direct Connection era questo logo Mopar, datato all’era del Forward Look dei primi anni ’60.

Vedi tutte le 27 foto

In un anno in cui ragazzi come Ray Allen e Jack Werst si sono battuti per il titolo di classe SS/EA, Leroy M. Leisey ha fatto un viaggio a Indianapolis e ai NHRA Nationals. Il suo nome appare sulla lista delle iscrizioni prestampata, ed esiste una foto molto rara dell’auto in gara all’evento. La famigerata Chevelle di Allen ha vinto la classe, la gara e il Campionato del Mondo del 1970.

Guarda tutte le 27 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2015\09\1966-dodge-charger-front-three-quarter1.jpg

Lascia un commento