Verniciatura originale – Vernice e corpo

I segreti di Roger Gibson per ottenere quello sguardo OE

Vedi tutte e 4 le fotoJerry HeasleywriterJan 1, 2001

Durante una conversazione su bevande ghiacciate con Roger Gibson una sera, abbiamo discusso i punti più fini del restauro. Una delle cose che abbiamo trovato interessanti è stata la difficoltà che ha avuto all’inizio della sua carriera di restauratore con le aspettative dei clienti. Volevano che l’auto venisse dipinta perfettamente sul restauro del loro concours, e Roger la dipingeva perfettamente per un restauro del concours. Ma il cliente avrebbe visto la verniciatura e si sarebbe arrabbiato perché c’era della buccia d’arancia nella vernice, e si aspettava una verniciatura perfetta. La definizione di Roger di “perfetto” è di avere la finitura esattamente come appariva dalla fabbrica, con la buccia d’arancia e tutto il resto. La definizione di vernice “perfetta” data dalla maggior parte dei clienti è una finitura liscia come uno specchio, liscia come uno specchio, che sembra bagnata, senza un solo difetto – una versione idealizzata di come pensavano che fosse l’auto quando è stata spedita dalla fabbrica.

Una volta che Roger ha capito che la sua definizione e quella dei suoi clienti di solito erano diverse, la vita per lui è diventata molto più facile perché sapeva di doversi chiedere se volevano che sembrasse davvero originale, o quello che percepivano come originale, che erano due cose diverse.

Articolo molto interessante
Quattro link sono meglio di nessuno

Vedi tutte e 4 le foto

Secondo Roger, una finitura OE su una Mopar ha un aspetto opaco, mentre le nuove auto oggi hanno una finitura lucida. La finitura opaca deriva dalla fine buccia d’arancia. “Alcuni ragazzi vogliono una finitura lucida, e va bene”, ha detto Roger, “ma non è originale. Se vuoi che la tua auto sembri originale di fabbrica, deve avere questa buccia d’arancia a grana fine”.

Ottenere questa finitura sarebbe una semplice questione di usare la vernice a smalto acrilico originale, tranne che lo smalto acrilico come era una volta non è più disponibile. Verso il 1981, la legge federale stabilì che, senza far entrare nell’aria fumi e particelle troppo tecniche, i produttori dovevano rendere le vernici più spesse in modo che l’overspray non entrasse nell’atmosfera. Hanno anche tolto il piombo, ed è per questo che gli smalti acrilici di oggi sono molto meno resistenti di quanto non fossero negli anni ’60. Infine, le tradizionali pistole a spruzzo con alimentazione a sifone (che immettevano fino al 50% della vernice nell’aria e sul pavimento invece che sull’auto) sono state sostituite con sistemi di alimentazione a gravità o con sistemi di spruzzatura ad alto volume/bassa pressione (HVLP).

Vedi tutte e 4 le foto

Anche se gli smalti acrilici sono ancora sul mercato, non vi daranno l’originale finitura opaca a buccia d’arancia a grana fine che è al 100 per cento disponibile in fabbrica. Quindi la grande domanda è: “Come si ottiene questo look con le vernici di oggi? Il segreto, secondo Roger, è iniziare con un uretano moderno e ridurlo più di quanto dicano le indicazioni, poi spruzzare su quattro, cinque o sei strati sottili piuttosto che su due o tre strati spessi. Se si riducono gli uretani moderni secondo le indicazioni sulla lattina, si ottiene la stessa finitura lucida e bagnata che si vede sulle auto nuove. Poi, quando la carteggiate, la vernice avrà quell’aspetto lucido che non è originale per le auto dell’era delle musclecar.

Articolo molto interessante
Sospensione pneumatica, Parte II

Quanto riducete la vernice? Secondo Roger, “a volte fino a due volte”. Dipende dalla tecnica di verniciatura e dalla pistola a spruzzo stessa (Roger preferisce una delle nuove pistole a spruzzo a gravità).

Vedi tutte e 4 le foto

Inoltre, quando si sceglie un uretano, deve essere uno in cui il catalizzatore non è nel riduttore – la vernice deve usare il catalizzatore separato dal riduttore in modo che si asciughi correttamente. Poi Roger dipinge fino a quando la finitura “sembra giusta”. Le istruzioni sulla maggior parte delle lattine dicono di applicare da due a tre mani, ma è possibile applicare fino a cinque o sei mani sottili. Dice Roger: “Sono interessato a ottenere l’aspetto del calcio con la mia pistola di vernice. Non sto dipingendo solo per coprire l’auto e carteggiare per ottenere il look che voglio”. Voglio che sembri come dovrebbe essere quando ho finito di dipingere”.

Un primo piano della finitura su questa Charger R/T del ’69 verniciata Gibson mostra la buccia d’arancia a grana fine che dà quella finitura opaca, aspetto OE stock.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20011101-mopp-01-pl-original-paint-finish-1966-hemi-charger.jpg

Lascia un commento